VENDITA DELLA NUDA PROPRIETA’

oggi 29 luglio 2019, abbiamo concluso la vendita di una villa bifamiliare a riguardo della nuda proprietà, mentre l’usufrutto è rimasto al proprietario signor Pietro.

Vi racconto in breve il percorso che abbiamo fatto per arrivare a questo risultato.

Nell aprile 2018 i proprietari della villa bifamiliare,  una coppia in pensione, sigg. Pietro e Mirella, nomi di fantasia, prendono un appuntamento per mettere in vendita la loro casa per la nuda proprietà. Dopo aver fatto un attenta ricerca di mercato e  una valutazione professionale con l’appositi  parametri fissati dalla Legge, viene determinato il prezzo più probabile di vendita. Dopo qualche tempo i proprietari mi danno il multincarico come referente unico per la ricerca di un cliente interessato all’acquisto.

https://blog.immobiliaremannocci.it/multincarico-referente-unicocosa-significa-affidare-un-incarico-in-esclusiva-la-nostra-agenzia-non-chiede-piu-lesclusiva-da-diversi-anni/

Immediatamente ci mettiamo al lavoro attraverso diversi canali, al secondo appuntamento troviamo la persona interessata. Non abbiamo neanche avuto il tempo di preparare la casa alla vendita, seppure l’immobile è recente ed è stato costruito nel 2004, che il secondo cliente vuole acquistarla. Le condizioni di salute della signora Mirella, purtroppo non sono delle migliori e con il tempo peggiorano. Sospendiamo la vendita e lo comunichiamo all’acquirente, che però rimane sempre interessato e mi chiede un impegno sulla parola. I clienti venditori acconsentono a rimanere impegnati sulla fiducia. Purtroppo accade l’irreparabile, la signora Mirella, viene a mancare alla fine del 2018. Situazioni sempre molto delicate, e dopo aver ripreso i contatti con il signor Pietro, quest’ultimo manifesta la volontà di proseguire con la vendita della nuda proprietà.

 

 

Qui nasce un problema: nella successione della quota della moglie signora Mirella, sono diventati eredi oltre alle due figlie anche i nipoti. C’è voluto un periodo di tempo per fare la successione pagarla e registrarla. Il signor Pietro parla con le figlie e i nipoti per far si che rinuncino alla loro quota di eredità. Fatto questo e messi tutti d accordo abbiamo preparato e coordinato tutto per fissare un appuntamento dal notaio. Quindi con la rinuncia all’eredità, si è può procedere alla vendita in capo solo al signor Pietro. L acquirente a questo punto, ha fatto una proposta di acquisto, per la villa, sia per formalizzare il tutto, che per avviare le procedure per l’ ottenimento del mutuo. In realtà l’acquirente, sigg Marco, si era portato avanti, e aveva già parlato con un consulente del credito. La banca aveva già dato un parere positivo su un analisi reddituale del sig. Marco, ancora prima di focalizzare la villa. Tutto procede pe ril meglio mutuo deliberato, e al ritorno dalle ferie si fissa l appuntamento dal notaio per il rogito.

 

Clienti soddisfatti obiettivo raggiunto anche se è stata complessa tutta la gestione della compravendita della nuda proprietà.

Siamo orgogliosi di aver raggiunto questo successo e auguriamo un mondo di bene al signor Pietro e Marco.

Grazie di averci scelto e della Vostra fiducia.

Se l’articolo vi è piaciuto fatemelo sapere,

se avete un immobile da vendere chiamateci sapremmo consigliarvi per il meglio.

La soddisfazione dei clienti prima di tutto.

Buona vita

Giorgio Mannocci

 

            

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *